lamiasicilia.org

Il portale di chi ama la Sicilia

Pesce spada "ca muddica" - Pesce spada panato

Pesce spada "ca muddica" - Pesce spada panato
Voto:
0
No votes yet
Piatto:
Difficoltà:
3
Dosi:
4 persone
Ingredienti: 
600 gr
1 cucchiaio
1 mazzetto
1 spicchio
1 cucchiaio
qb

Preparazione

Per prima cosa nettate e sciacquate sotto acqua corrente anche il prezzemolo e l’aglio. Lavate ed asciugate il limone e grattate finemente la sua scorza, dopo tagliatelo a metà e spremetelo, eliminando i semi. Tenete da parte.

C

on un coltellino affilato, eliminate la pelle dalle fette, quindi dividete ogni fetta in 4 parti seguendo la stessa anatomia del pesce. Ottenuti i 4 filetti passateli velocemente sotto acqua corrente e tamponateli con carta da cucina per asciugarli. Metteteli in un piatto capace ed irrorateli con dell’ottimo olio extravergine d’oliva e qualche cucchiaino di succo di limone, non troppo o “cuocerebbe” il pesce.

Dalla mollica rafferma indicata negli ingredienti, delle briciole profumate e croccanti che andranno a condire il pesce; semplicemente mettete la mollica spezzettata grossolanamente in un mixer ed unite tuti gli altri ingredienti: prezzemolo, aglio, sale, grana e mandorle. Azionate il robot con la modalità “impulsi”, perché non dovete ottenere un trito troppo fine ed omogeneo ma, appunto, delle briciolone irregolari. L’unica cosa che deve risultare fine è la scorza di limone che va, quindi, grattata a parte ed aggiunta al crumble ormai pronto.

Con il crumble, profumatissimo e dalle sfumature “smeraldo” che avete preparato, andate a ricoprire, abbondantemente i filetti di pesce, ormai ammorbiditi ed insaporiti dall’olio che, oltretutto, agevolerà l’attaccatura del condimento. Fate aderire bene premendo con il palmo della mano.

Ponete i filetti ben conditi in una teglia da forno rivestita della speciale carta antiaderente ed infornate, in forno preriscaldato a 180°, per circa una decina di minuti. Questo tempo è assolutamente orientativo perché tutto dipende dal vostro forno (ogni forno è un “mondo” a se stante) e dalle dimensioni del pesce. Abbiate quindi cura di controllarlo spesso per evitare che secchi troppo o, viceversa, che resti crudo. Il tutto dovrà avere un aspetto ben dorato.

Mettete in un piatto, magari accompagnato da insalata verde, e servite ben caldo.

Commenti

da fare!
Inviato da Gabriella Chiriacò il

dovrebbe essere molto saporito. proverò a farlo.
Inviato da Giovanni Accardi il

e tu che ne pensi di questa ricetta?

Accedi o registrati per inserire commenti.